I cookie ci aiutano a fornire una migliore esperienza utente. Utilizzando il nostro sito web, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.

L'isola di Pantelleria

IL PARCO NAZIONALE DELL' ISOLA DI PANTELLERIA si estende fino agli 836 metri della Montagna grande con percorsi incantevoli tra boschi, verdi crateri e canyon vulcanici, luoghi idealmente adatti per appassionati di trekking, mountain bike e passeggiate naturalistiche.

Nel periodo autunnale (ottobre-dicembre) il sottobosco della montagna e le kuddie sono particolarmente apprezzate dai ricercatori di funghi; tra le varietà presenti si trovano gustosi porcini, finferli e lactarios deliciosus.

La primavera è un tripudio di fiori e profumi tra verdi prati e distese di lavanda.

 La vocazione termale dell’isola permette di godere di una spa naturale a cielo aperto per 365 giorni l’anno, tra le calde  acque termali di Gadir, Sataria, Scauri e Nikà, la sauna naturale del bagno asciutto, i fanghi e le sorgenti calde del lago di Venere…per rigenerarvi non avrete che l’imbarazzo della scelta.

Il territorio offre percorsi enogastronomici e di degustazione nelle cantine dei più apprezzati produttori al mondo di Passito, Moscato e vini d’eccellenza.

 L’isola offre inoltre la possibilità di visitare numerosi siti archeologici:la posizione strategica al centro del mediterraneo è infatti causa dei numerosi rinvenimenti archeologici sia terrestri che subacquei.

Sono di grande rilevanza storica i primi reperti insediamentali risalenti all’ età del bronzo: il villaggio fortificato di Mursia e l'adiacente necropoli costituita dai Sesi, misteriosi e singolari  monumenti funerari nonchè antichi luoghi di culto.

Sono di epoca bizantina le tombe dei Gibbiuna mentre di epoca romana sono i siti dell’acropoli di San Marco, il Tempio della fertilità vicino al lago di Venere e l’insediamento del villaggio di Scauri. A Cala Gadir, luogo di antichi naufragi di navi, è possibile effettuare immersioni archeologiche tra antiche anfore risalenti al periodo tra il III secolo a.C. ed il II secolo d.C.

 Pantelleria è una delle più apprezzate mete per i subacquei. L’habitat marino è infatti tra i più intatti del mediterraneo, le coste offrono uno spettacolo di rara bellezza tra impressionanti formazioni rocciose che variano di colore a seconda dei tratti di costa e della composizione mineraria. Il periplo della costa è un tripudio di calette, grotte, laghetti di mare e rocce che danno vita a nere figure apocalittiche tra sontuose sezioni di colate laviche.

I profondi fondali sono ricchissimi di vita: tra banchi di posidonia, gorgonie e corallo è possibile osservare cernie, dotti, ricciole ed aragoste.

Nonostante la totalità della costa sia rocciosa l’isola offre comode discese a mare adatte anche ai meno esperti.

Un giro dell’isola in barca o gommone durante la permanenza è un’esperienza immancabile ed è anche l’unico modo per poter osservare le parti di costa più spettacolari del versante sud, inaccessibili se non via mare. Non è rara in navigazione la fortuna di incontri con cetacei e delfini.

 Vivere questa terra è un esperienza unica ed intensa, un viaggio che sconvolge gli standard della vacanza... si dice di Pantelleria che non sia un isola per tutti, ma se avete scelto di giungere qui abbiamo certamente un emozione da condividere.